Borea


Borea è il vento che arriva dal Nord. Freddo e violento, Boran dalla Russia, la Bora di Trieste che ti porta via. Così sono i romanzi di questa collana. 

Ugo Vittorio Martino con Al di qua del fuoco.

Il protagonista torna in Langa per recuperare pezzi del passato con cui non si è ancora riconciliato. I drammatici eventi vengono rivissuti e Santo Stefano Belbo perde l’aura di città natale di Cesare Pavese e diventa sfondo della lotta tra due adolescenti, tra bene e male. Ma qualcosa del grande scrittore riemerge. 

Nicola Brami con Tutti se ne vanno.

Vivremo con un sottofondo di musica rock i destini dei giovani che arrivano in cerca di fortuna a Dublino. Tutti con le loro storie alle spalle e pieni di speranza alla ricerca del leitmotiv della vita. 

Francesca Chelli con Metti che vivo.

Chi è stato malato, dopo avere vissuto l’inferno insieme ai  suoi cari, guarisce e ritorna più forte di prima. Ha una marcia in più: l’esperienza che l’ha segnato è tanto dura quanto arricchente, è in grado di portare nuova linfa e prospettive più ampie alla sua vita e a quella degli altri.  

Queste sono opere che toccano le nostre corde profonde e hanno lasciato segnali importanti per orientarci anche quando i venti con la loro forza, vogliono imporre la direzione. 

Cart